Progettazione e forniture per la Strettoia di Lorenzo a Songavazzo – Bergamo

Aprile 2013

Il piccolo locale si presenta come l’incontro tra un’insolita rusticità e una ritrovata tradizione, elementi che in questo spazio trovano nel dialogo reciproco una nuova e più incisiva forma di espressione.

Diversi sono i tasselli che compongono l’insieme spaziale. Tanto per cominciare il colore delle pareti: un marrone caldo e morbido, che pur non avendo nulla a che vedere con le cromie tradizionali utilizzate nelle trattorie o nelle osterie, riesce a far sentire ogni ospite a proprio agio. Non si tratta della dominanza di un colore che con violenza si impone sopra a tutto il resto, ma del discreto calore di uno sfondo che avvolge lo spazio.

Davanti a questa quinta cromatica trovano la loro naturale collocazione i materiali ruvidi e massicci della tradizione, messi ancora di più in risalto grazie alle finiture naturali che ne sottolineano la genuinità.

A chiudere il cerchio l’installazione con i piatti appesi alla parete, che, con la credenza di casa piena di bicchieri, riporta il cliente ad una dimensione domestica ed intima.